Vuoi pubblicare qualcosa sui tuoi canali social ma non sai cosa? Prendi in considerazione questi 7 tipi di post “smart” (uno per ogni giorno della settimana) che in molti utilizzano con successo, ti saranno utili per coinvolgere di più i tuoi follower.

 

7 tipi di post che creano engagement

 

1. Citazioni visual

Le citazioni accompagnate da un’immagine accattivante sono un modo fantastico per creare un bel post sui social. Ispirano, motivano e sono efficaci perché le persone le adorano e le condividono facilmente, soprattutto le citazioni di celebrità, scrittori famosi, atleti e leader.
Per scegliere la frase da pubblicare puoi cercare le citazioni di persone famose e di grandi autori su Google, basta scrivere: “citazioni” o “aforismi”.

Oltre alle citazioni famose, puoi riutilizzare le parole dei tuoi clienti e taggare l’autore nel post (questa è una buona idea per generare maggiore coinvolgimento).

Strumenti come Canva ti permettono di creare facilmente citazioni visual (e molto altro) da pubblicare sui social, anche se non sei pratico di programmi di grafica.

 

creare citazioni con canva

 

2. Video

I post con video sono noti per attirare l’attenzione. Strumenti come Wave.video ne rendono molto semplice la creazione.

 

crea video online

 

Il mio consiglio è di pubblicare un video “nativo” (cioè caricato sulla piattaforma dove stai pubblicando il post) anziché condividere il link a un video che si trova su un’altra piattaforma.

A quanto pare i social darebbero più visibilità ai video nativi e, inoltre, i video linkati a una fonte esterna potrebbero avere un layout diverso, ad esempio i video condivisi da YouTube su Facebook si presentano piccoli ed affiancati da una descrizione in thumbnail.

Potresti anche utilizzare YT2FB, uno strumento online gratuito per “ingannare” Facebook, per pubblicare il video con l’anteprima più grande. Basta incollare il link YouTube del video che hai scelto nel box dove c’è scritto “paste your YouTube link”e YT2FB genererà il nuovo link da postare su Facebook (l’url cambia e questo permette di ingannare Facebook riuscendo a pubblicare il video con l’anteprima più grande).

 

yt2fb

 

Inoltre:

  • aggiungi i sottotitoli ai tuoi video per assicurarti che il contenuto possa essere letto anche senza audio
  • preferisci video brevi e accattivanti. Tieni presente che i video vengono riprodotti automaticamente quando gli utenti scorrono i loro feed, quindi assicurati che almeno i primi 5 secondi siano interessanti, così da incuriosire le persone e indurle a fermarsi a guardare il video intero.

 

3. Presentazioni animate

Per quasi tutti i tipi di contenuti è possibile creare una presentazione slide contenente informazioni riassuntive e rapide da leggere. Questo tipo di post ha dimostrato di generare 10 volte più visualizzazioni e clic rispetto ad altri contenuti.

Venngage offre una varietà di modelli che consentono di creare facilmente presentazioni animate.

 

presentazioni animate

 

4. Sondaggi

I sondaggi riescono a innescare un potente coinvolgimento sui social, soprattutto se alla fine consentono agli utenti di vedere il risultato delle loro risposte, e funzionano in modo diverso da piattaforma a piattaforma:

  • Facebook: puoi creare sondaggi su una pagina, nel gruppo o in una storia, è possibile aggiungere solo due opzioni tra cui scegliere (ad esempio, SI/NO).
  • Twitter: è possibile aggiungere sondaggi a scelta multipla che possono durare da 5 minuti a 7 giorni dalla pubblicazione, successivamente non si potrà più votare ma chiunque potrà ancora vedere i risultati
  • Instagram: puoi creare sondaggi creativi all’interno delle storie aggiungendo emoji e stickers animati, puoi inserire domande aperte e pubblicare le risposte degli utenti. Il tuo sondaggio sarà attivo nella storia per 24 ore, ma se vuoi prolungare la durata puoi farlo aggiungendolo alle storie in evidenza
  • Linkedin: puoi creare sondaggi ma con strumenti di terze parti come Product Hunt (anche per le altre piattaforme social è possibile utilizzare strumenti di terze parti per creare sondaggi interattivi e raccogliere i risultati, la maggior parte di questi sono facili da utilizzare e gratuiti o almeno freemium)

 

creare sondaggi per linkedin

 

Il segreto di un buon sondaggio? Far sì che contribuisca a rendere creativa (e produttiva) la propria content strategy, facendo attenzione ad allineare i contenuti agli altri post e alla propria brand identity.

Un esempio: IKEA USA ha utilizzato i sondaggi per mostrare la propria gamma di cucine, chiedendo ai follower di votare la loro preferita. Questa strategia si rivela particolarmente utile per migliorare la visibilità di una determinata linea di prodotti o di una promozione speciale.

 

sondaggio ikea instagram stories

 

Certo, è fondamentale avere degli obiettivi quando si struttura un calendario editoriale per le pubblicazioni social, ma ricordiamoci che il motivo principale che spinge le persone a utilizzare i social è lo svago.

A volte, semplicità e leggerezza sono la scelta migliore, quindi ti consiglio di intermezzare la tua serie di post con un sondaggio divertente, che riesca a intrattenere, trattenere e, perchè no, a divertire la tua audience.

In qualunque modo tu decida di usarli, i sondaggi rappresentano un modo semplice per connettersi con i propri follower e rendere più interessanti i contenuti.

 

5. Commenti su un argomento di tendenza

Tieni d’occhio le tendenze e cavalca l’onda della viralità del momento condividendo la tua opinione.
Il mio consiglio è di tenerti alla larga dalla politica almeno sulla tua pagina aziendale, mentre sul tuo profilo potresti anche azzardare qualche opinione “spigolosa”… Comunque è spesso strategico tenere il brand al di fuori di questi argomenti, poichè non tutti i tuoi clienti potrebbero essere d’accordo con la tua visione e creeresti malcontento.

 

6. Aggiornamenti “dietro le quinte”

La condivisione di immagini e video dietro le quinte della tua azienda crea empatia. Pubblicare ogni tanto qualche episodio di backstage in ufficio rende il tuo brand più “umano”.

 

rosanna fasciano fisioterapista pescara

 

7. Fai sentire importanti i tuoi clienti

Il tuo team dell’assistenza clienti ha appena ricevuto un’email di apprezzamento per un servizio ricevuto o un prodotto acquistato da te? Hai notato un commento entusiasta sulla tua azienda?

Chiedi l’autorizzazione per condividere quel commento sulla tua pagina e tagga l’autore; in questo modo aumenterai la fiducia verso il tuo brand.

Potresti anche riutilizzare le testimonianze dei clienti creando un video o una presentazione, unendo in questo modo a questo tipo di post anche il tipo di post 2 o 3.

 

Conclusione

Adesso hai una vasta gamma di tipi di post, strumenti ed esempi da provare sulle tue pagine social. Potresti pubblicare un tipo diverso di post al giorno, e probabilmente con queste 7 idee “smart” i tuoi follower apprezzeranno molto di più i tuoi post.

 

Non hai tempo (o voglia) di gestire le tue pagine social?

Possiamo farlo noi per te raggiungendo nuovi clienti tramite i canali più adatti, raccontando la tua azienda e veicolando i valori del brand online con la produzione di contenuti ad hoc in base al settore del tuo business. Leggi di più>>

 

Se questo articolo ti è stato utile, condividilo pure sui tuoi social!

Tag

| | | |